Festival di Sanremo 2024: la guida imprescindibile

Festival di Sanremo 2024: la guida imprescindibile

Sanremo 2024, la guida per seguire le cinque serate

(e capirci qualcosa)

 

Sanremo 2024 sta per partire e mai come quest’anno sembra attirare pubblico: 6 italiani su 10 lo guarderanno, tra cui sempre più giovani (che un tempo lo snobbavano), intanto l’hashtag #sanremo2024 è a 300 milioni di visualizzazioni ancora prima che il festival sia iniziato.

L’edizione numero 74 dunque è prevista al suo debutto martedì 6 febbraio, in diretta Raiuno, Raiplay e Radiodue dal Teatro Ariston e si concluderà sabato 10.

Sotto trovate tutto quello che c’è da sapere per godervi il festivalone nazionalpopolare (oppure scegliere consapevolmente di evitarlo) senza stare ogni minuto a chiedervi: ma quello chi è?

 

I conduttori: Riposte in naftalina le varie vallette bionde e brune, archiviate le influencer dopo la debacle di Chiara Ferragni, il festival sarà ancora guidato da Amadeus (per l’ultima volta) a cui si affianca un più sobrio co-conduttore, diverso per ogni serata.

In apertura il martedì c’è il vincitore della scorsa edizione, Marco Mengoni; il mercoledì tocca a Giorgia, che lo scorso anno ha festeggiato 25 anni di carriera musicale e perfino debuttato come attrice (nel film di Rocco Papaleo, Scordato); giovedì è il turno della comica siciliana Teresa Mannino, mentre venerdì, serata tradizionalmente dedicata alle cover, arriva la superpop Lorella Cuccarini (che lo scorso anno aveva affiancato il rapper Olly proprio in quella serata).

Il sabato si conclude con una certezza: Fiorello.

 

I cantanti in gara: Attenzione perché si chiamano “artisti” e quest’anno sono ben 30: 27 selezionati e 3 vincitori di Sanremo Giovani.

Gareggiano soltanto 9 donne, che diventano 10 con Angela Brambati dei Ricchi e Poveri, e in effetti sono 10 anni che la vittoria non va a una donna. Sarà ora?

Comunque vada, ce li sorbiremo tutti quanti nella serata di martedì (a che ora andremo a letto?) poi mercoledì e giovedì ne ascolteremo una metà, mentre l’altra metà presenta i colleghi che salgono sul palco (gli abbinamenti sono tutti sorteggiati all’ultimo minuto). Il venerdì ci saranno le “cover”, che quest’anno sono scelte tra qualsiasi canzone di qualsiasi periodo.

E sabato ancora un tour de force con tutte le canzoni, seguito dalla proclamazione dei vincitori.

 

Eccovi il listone, rigorosamente in ordine alfabetico:

 

Alessandra Amoroso. Tra le favorite dai social, già ospite nel 2021, è in gara per la prima volta dopo 15 anni di carriera, con la ballad Fino a qui. Nella serata cover sarà accompagnata dal gruppo salentino dei Boomdabash, col quale collabora da tempo,

Alfa. Pseudonimo di Andrea De Filippi, è il rapper ventitreenne che la scorsa estate ha prodotto il tormentone “jovanottesco” Bellissimissima.  Partecipa con Vai!, brano rap dal ritmo sostenuto introdotto da un fischiettio. Cover impegnata con Roberto Vecchioni in Sogna, ragazzo, sogna.

Angelina Mango.  Figlia di Mango e dell’ex Matia Bazar Laura Valente, uscita seconda da Amici di Maria de Filippi 2023, porta La noia, scritta con Madame, e alla serata cover il brano di papà, La rondine, col quartetto d’archi dell’Orchestra di Roma. È anche lei tra i favoriti social alla vittoria.

Annalisa (nella foto). Alla sua sesta partecipazione al festival, anche lei tra i favoriti social, canta Sinceramente, un brano elettro-pop sostenuto e radiofonico. Cover interessante con La Rappresentante di lista e il coro Artemia in Sweet Dreams (Are made of this) degli Eurythmics.

BigMama. La rapper di Avellino nota per le sue posizioni a sostegno del body positive, l’anno scorso era salita sul palco insieme ad Elodie nella serata cover. È in gara con La rabbia non ti basta, un brano veloce che parla di trasformazione e riscatto. Cover con Gaia, la rapper La Niña e l’ex Amici Sissi, in Lady Marmalade.

Bnkr44. Giovane collettivo musicale, nella scorsa edizione aveva duettato con Sethu alle cover. Poi è passato da Sanremo Giovani, e ora è in gara con Governo Punk. Cover con Pino D’Angiò, in Ma quale idea.

Clara. Clara Soccini è la Crazy J della serie tv Mare fuori, arriva da Sanremo Giovani anche lei, ma ha già i tre dischi di platino per Origami all’alba. Porta in gara Diamanti grezzi, alle cover è con Ivana Spagna e il Coro di voci bianche del Teatro Regio di Torino, in Il cerchio della vita.

Dargen D’Amico.  Arriva al festival tra i “Big” per la seconda volta dopo l’attività di giudice a X Factor, porta Onda alta, un brano sui migranti. Cover con BabelNova Orchestra, una formazione di 12 elementi provenienti da tutto il mondo, in The Crisis, omaggio a Ennio Morricone, abbinato a un brano suo che anni fa fu scartato da Sanremo, Modigiliani.

Diodato. Vincitore dell’edizione 2020 con Fai rumore, torna in gara al suo terzo festival portando la ballad Ti muovi. Alla serata cover è con Jack Savoretti e la canzone di Fabrizio De André Amore che vieni, amore che vai.

Emma. Ha vinto il festival nel 2012 con Non è l’inferno, e ci ritorna per la quarta volta per cantare un brano dalle sonorità elettroniche, Apnea. Cover col rapper Bresh in un medley da Tiziano Ferro.

Fiorella Mannoia. Super gettonata dai social, ha partecipato al festival per la prima volta nel 1981 con un brano divenuto cover, Caffè nero bollente. Quest’anno canta Mariposa, un pezzo che lei stessa ha definito «un manifesto di orgoglio femminile». Alla serata cover è con Francesco Gabbani, in un medley tra Che sia benedetta e Occidentali’s Karma.

Fred De Palma. È la sua prima volta in gara, anche se nel 2016 aveva partecipato al festival per duettare con Patty Pravo. Canta Il cielo non ci vuole, un brano dance pop latino. Cover con gli Eiffel 65 in un medley dei loro successi.

Gazzelle. Il cantautore romano debutta a Sanremo con Tutto qui, un brano ambientato a Roma Nord (ci sarà da ridere?). Cover col cantautore Fulminacci in Notte prima degli esami di Francesco Venditti.

Geolier. Il rapper ventitreenne (vero nome Emanuele Palumbo) arriva da un’annata di successi e canta al festival I p’ me, tu p’ te, deciso, spiega, «a portare Napoli a Sanremo». La serata cover la condivide con Guè, Luchè e Gigi D’Alessio in un medley (ovviamente) napoletanissimo.

Ghali. Per la prima volta in gara, dopo un anno lontano dalle scene («l’ho passato viaggiando e riconnettendomi con me stesso») il rapper si esibisce in Casa mia, un dialogo con un extraterrestre sulla bellezza del nostro Pianeta. Ad accompagnarlo alle cover c’è la star della musica tunisina Ratchopper sulle note di Italiano vero di Toto Cotugno.

Il Tre. Il rapper romano Guido Senia porta a Sanremo Fragili, un brano pop rap dal testo autobiografico. Cover con Fabrizio Moro in un medley dei di lui successi.

Il Volo. I tre insopportabili (lasciatemelo dire) tenorini Gianluca Ginoble, Piero Barone e Ignazio Boschetto, hanno vinto Sanremo nel 2015 con Grande amore, e strappato un terzo posto nel 2019.  Forti di una incredibile carriera internazionale (e di milioni di dischi venduti), stavolta portano Capolavoro, ancora una ballad orchestrale dedicata all’amore. Cover pretenziosa con l’accompagnamento di Stef Burns, storico chitarrista di Vasco Rossi, in Who Wants to Live Forever dei Queen.

Irama. Ha debuttato a Sanremo nel 2016 tra le Nuove proposte, non contento ha vinto Amici 2017 è ora torna tra i Big per la quarta volta con una ballad, Tu no. Cover interessantissima con Riccardo Cocciante in Quando finisce un amore.

La Sad. È la prima volta al festival per il trio punk trap, che ci arriva con un brano dal titolo emblematico, Autodistruttivo. Cover imperdibile con Donatella Rettore in Lamette.

Loredana Bertè. Un’icona, alla sua dodicesima partecipazione al festival, dove si presenta anche lei con un brano emblematico che definisce «Berté al 100%»: Pazza. Cover col cantautore milanese Venerus nella sua Ragazzo mio.

Mahmood. Vittorioso nel 2019 con Soldi e ancora nel 2022 con Brividi insieme a Blanco, porta Tuta gold, il cui testo parla dei ricordi di un ragazzo (tra cui la sua tuta di acetato, giuro che non è uno scherzo). La cover potrebbe essere un capolavoro o una schifezza assoluta, con i sardi Tenores di Bitti in Come è profondo il mare di Lucio Dalla.

Mannini. Alessio Minnini, lanciato da Amici 16, debutta tra i Big con la ballata romantica Spettacolare. Per la serata cover ha chiamato Ermal Meta, cantano Non mi avete fatto niente.

Mr.Rain. C’era pure l’anno scorso, è arrivato terzo con Supereroi, ora ritorna con Due altalene, brano pop che racconta un lutto. Cover con i Gemelli Diversi, in Mary.

Negramaro. Tornano a Sanremo dopo quasi vent’anni con Ricominciamo tutto, firmata solo da Giuliano Sangiorgi, che cita Lucio Battisti.  Cover rischiosissima con Malika Ayane in un super cult battistiano, La canzone del sole.

Renga Nek. La strana (ma ormai rodata) coppia formata dai due veterani Francesco Renga e Filippo Neviani, in arte Nek, porta al festival Pazzo di te, che racconta due uomini che si scambiano considerazioni sull’amore. Nella serata cover si autocelebrano con un medley delle loro hit.

Ricchi e Poveri. Tredici partecipazioni al festival, nel 2020 super ospiti nella famosa reunion con Marina Occhiena e Franco Gatti (oggi scomparso), gli inossidabili Angelo e Angela (la brunetta) portano Ma non tutta la vita, brano pop dance. Cover imperdibile con Paola & Chiara in un medley di Sarà perché ti amo e Mamma Maria.

Rose Villain. La rapper milanese debutta a Sanremo con Click boom!, canzone, spiega, ispirata da un sogno. Cover inaspettata con Gianna Nannini in un medley dei suoi brani.

Sangiovanni. Torna a Sanremo con Finiscimi, un brano R&B di cui firma il testo, in cui confessa i propri errori a una ragazza (sarà per la ex Giulia Stabile?).  La cover è con la cantautrice spagnola Aitana, in un medley di Farfalle e Mariposas.

Santi Francesi. Alessandro De Santis e Mario Francese hanno vinto X Factor 2022 e superato Sanremo Giovani per cantare L’amore in bocca, che parla di esperienze legate all’amore “amaro”. Super cover con la britannica Skin, in Hallelujah di Leonard Cohen.

The Kolors. Stash e gli altri tornano a Sanremo dopo 6 anni con un brano funk e disco music che racconta di un colpo di fulmine, Un ragazzo una ragazza. Cover sensazionale con Umberto Tozzi in un medley dei suoi successi.

Secondo le previsioni Sisal la gara vedrà un testa a testa tra Annalisa e Angelina Mango, con Geolier al secondo posto, e Loredana Bertè, i Negramaro e Alessandra Amoroso in lizza per il terzo. Staremo a vedere.

 

Gli ospiti: Va molto meglio dello scorso anno, diciamolo pure: il martedì Marco Mengoni si esibirà anche come super ospite. Mercoledì è attesa la superstar internazionale John Travolta (già ospite nel 2006, anno in cui conduceva Giorgio Panariello, si rese protagonista di un divertente “siparietto” offrendosi di massaggiare i piedi della “valletta” Victoria Cabello); con lui ci sarà Giovanni Allevi, per la prima volta dal vivo dopo la malattia che lo ha tenuto lontano dalle scene per due anni, mentre Giorgia festeggerà i 30 anni del suo cavallo di battaglia E poi. Momenti trash pop con la Nuova Orchestra Santa Balera che celebra i 70 anni di Romagna mia e autosviolinature Rai col cast della serie tv Mare fuori e con Leo Gassmann che lancia la sua nuova miniserie dedicata a Franco Califano al debutto l’11 febbraio.

Giovedì c’è Russell Crowe con la sua band e un pezzo blues (e pare partecipi a titolo gratuito), Eros Ramazzotti festeggerà i 40 anni di Terra promessa (e speriamo stavolta se ne ricordi il testo), è presente anche Sabrina Ferilli.

Venerdì arriva il cast della nuova serie Mameli, al via il 12 e 13 febbraio, ma non vi stracciate le vesti perché i protagonisti sono giovani attori, Riccardo De Rinaldis, Chiara Celotto.

Sabato c’è Roberto Bolle insieme a Gigliola Cinquetti che festeggia i 60 anni di Non ho l’età (bella accoppiata, no?).

 

Prima, dopo, durante: Il Festival di Sanremo porta con sé la solita tornata di programmi ed eventi collaterali. Si comincia su Raiuno già domenica 4 febbraio alle 20.30 col PrimaFestival, a condurre ci sono Paola & Chiara mentre i tiktoker Mattia Stanga e Daniele Cabras sono inviati speciali.

RaiRadio2 inaugura il nuovo show Non so stare senza Sanremo in onda da lunedì 5 a sabato 10 alle 16 con Ema Stokholma e Filippo Timi in diretta live dal Box Studio in centro città.

Poi in contemporanea mare/terra, da martedì a sabato sulla nave Costa Smeralda ancorata a largo di Sanremo si alterneranno Tedua, Bob Sinclar, Bresh e Gigi D’Agostino, mentre sul palco allestito in città a piazza Colombo si esibiranno a turno Lazza, Rosa Chemical, Paola & Chiara, Arisa e Tananai.

E per finire, in diretta Raiuno dal Teatro del Casinò a tarda notte torna il Dopofestival, capitanato dall’attore e regista Edoardo Leo, insieme a Sabrina Impacciatore, Rolando Ravello e al regista Paolo Genovese e con l’aiuto della conduttrice RaiRadio2 Carolina Di Domenico, della band residente The Bluebeaters e di Rocco Tanica.

 

 

 

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*